RICETTE FACILI DI PESCE RICETTE LIGHT

SALMONE NORVEGESE CBT CON POMODORI CONFIT

20/07/2021
 

Oggi ho preparato il salmone norvegese cbt con pomodorini confit e olive taggiasche: amo la cucina a bassa temperatura! 

Prima di raccontarvi nel dettaglio la ricetta volevo condividere con voi qualche informazione utile sul salmone norvegese.

NSC (Norwegian Seafood Council)

NSC (Norwegian Seafood Council) è un ente fondato dal Ministero della Pesca nel 1991 con sede a Tromsø, avente il compito di vegliare sulla commercializzazione dei prodotti ittici norvegesi nel mondo e divulgarne la cultura, attraverso attività di marketing e di informazione.

NSC agisce anche da organismo di consulenza per il Ministero della Pesca, predisponendo una linea di condotta coerente per la protezione delle risorse del mare e per la sicurezza dei suoi prodotti. Costituisce un “ponte” tra i consumatori del mondo e l’industria del pesce norvegese e, attraverso il suo complesso operato, sostiene e rafforza la posizione della Norvegia nel mercato ittico mondiale.

Il salmone norvegese: i rigidi controlli

Il salmone d’allevamento norvegese è il risultato di un programma di selezione e moltiplicazione del tutto simile a quello da sempre usato in agricoltura da migliaia d’anni. Nel caso del Salmone Norvegese la parentela con i pesci catturati e allevati è ancora più stretta. 

Il salmone d’allevamento Norvegese è il risultato di un programma di allevamento simile a quello impiegato nell’agricoltura da migliaia di anni. Il salmone è diverso dalle altre specie allevate solo per il numero di generazioni trascorse da quando vennero catturati i primi pesci allo stato selvatico per essere addomesticati. Il pesce d’allevamento di oggi è solo alla trentesima generazione, è quindi ancora molto vicino ai suoi parenti selvatici.

In Norvegia ogni allevamento è rigorosamente tenuto sotto controllo tramite un programma d’ispezioni regolari e di analisi di laboratorio che hanno lo scopo di verificare lo stato di salute e la qualità dei pesci.

Gli esemplari vengono costantemente monitorati, non solo in età adulta ma in tutto il loro ciclo di vita, anche per il rilevamento dell’eventuale presenza di componenti contaminanti indesiderati.

Controlli ed ispezioni sono eseguiti negli allevamenti, nelle strutture di macellazione e produzione e sui mangimi destinati ai pesci.
Un avanzato sistema di rintracciabilità consente di reperire informazioni su specifici pesci, per esempio in relazione all’area di allevamento e al loro stato di salute.

La Norvegia è stata uno dei primi paesi ad introdurre questo sistema come fattore chiave per la gestione di tutte le filiere alimentari e come mezzo per rafforzare la fiducia dei consumatori circa l’affidabilità dei prodotti.

Salmone norvegese cbt

Salmone norvegese cbt con pomodori confit, olive taggiasche e maionese di avocado

Ingredienti per 4 persone

  • 4 filetti di salmone da 250 g l’uno
  • Erbe aromatiche a piacere
  • Uno spicchio d’aglio
  • Olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe
  • una manciata di pomodorini datterini colorati
  • 60 g di olive taggiasche
  • un avocado hass maturo
  • un rametto di romarino
  • un lime

Procedimento

Per preparare il salmone norvegese cbt con pomodori confit, olive taggiasche e maionese di avocado per prima cosa preparate i pomodori confit.

In una teglia da forno disponete i pomodorini (precedentemente lavati ed asciugati), regolate di sale, cospargete di zucchero di canna e insaporite con dell’origano secco. Cuocete il tutto in forno per un’oretta a 120 gradi.

Predisponete tutto il necessario per la cottura a bassa temperatura.

Lavate e asciugate il salmone norvegese, salate, pepate e ungetelo con un filo di olio extra vergine di oliva.

Mettete il salmone norvegese nel sacchetto del sottovuoto insieme ad un rametto di rosmarino e fate cuocere a 48 gradi per 25-30 minuti.

La cottura in sottovuoto a bassa temperatura è una cottura delicata e lascia la carne del salmone molto morbida. Se amate una cottura più decisa aumentate la temperatura.

Tagliate a metà l’avocado, estraete il seme e con un cucchiaio ricavate la polpa. Mettete la polpa nel frullatore ad immersione, aggiungete un filo di olio di oliva extra vergine di oliva, sale, pepe e succo di lime. Frullate fino ad ottenere una cremina liscia.

Finito il tempo necessario per la cottura del salmone norvegese cbt, aprite la busta del sottovuoto, prelevate il filetto di salmone norvegese ed asciugatelo dal liquido. Scottate in padella il salmone per ottenere una bella crosticina.

Se non prevedete di consumare la preparazione subito dopo la cottura, il sacchetto deve essere riposto nel più breve tempo possibile in frigorifero o in freezer.

Ora potete impiattare: unite il salmone, i pomodori confit, le olive taggiasche e la maionese di avocado.

Salmone norvegese cbt

Ricetta in collaborazione con Norwegian Seafood Council 

Ti è piaciuta la ricetta? Leggi anche: 

PACCHERI CON RAGÙ DI STOCCAFISSO

BACCALÀ NORVEGESE, PISELLI E EDAMAME

RAVIOLI DI BACCALÀ CON ZAFFERANO E BACON

Print Friendly, PDF & Email

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Advertisment ad adsense adlogger