#FOODNEWS

ASSAGGI DI TEATRO: L’ORFEO INTERPRETATO DA CHEF TRENTINI

16/04/2018

Assaggi di teatro: incontro di gusto fra Maestri del Teatro e della Cucina

Una selezione di opere teatrali e favole sono interpretate in cucina da assaggi di teatro, l’iniziativa ideata dalla giornalista Maria Luisa Basile e realizzata a Roma e a Torino dal 2008 a oggi in collaborazione con chef di talento di tutta Italia.

L’intento è quello di far conoscere e gustare la cultura teatrale da un punto di vista inedito. “Ogni cibo è un simbolo” diceva Sartre (filosofo, scrittore, drammaturgo e critico letterario francese,) che, associando i cibi a colori e sensazioni, vedeva nell’alchimia culinaria la realizzazione del rapporto fra gli esseri umani.

assaggi di teatro

Analogamente, assaggi di teatro, mette in relazione la cultura teatrale con ingredienti, usi e tradizioni della cucina, in un gioco di rimandi che accende la fantasia, nutre lo spirito e conquista il palato. Assaggi di teatro è una bellissima iniziativa di Roma gourmet, progetto cultural gourmet che realizza eventi in tutta Italia.

Gli chef di Assaggi di Teatro

Talentuosi chef hanno interpretato le più famose opere teatrali: Anna e Claudio Vicina (Casa Vicina per Eataly, Torino), Giovanni Grasso e Igor Macchia (La Credenza, San Maurizio Canavese),  Marco Rossi (La Mugnaia, Ivrea), Marcello Trentini (Magorabin, Torino), Maurizio Macario (Il Nazionale, Vernante) Enrico Pivieri (Il Cavallo Scosso, Asti).

Ne nascono performance di Food Art, attraverso le quali scoprire e assaporare in modo nuovo il Teatro. Le ideazioni culinarie possono anche essere gustate nei ristoranti degli chef per l’intero periodo delle rappresentazioni o si possono cucinare a casa seguendo le ricette d’autore donate dai maestri della cucina e pubblicate su www.roma-gourmet.net .

assaggi di teatro

Physis & Ade: opera di chef Trentini

Il piatto interpretato da Marcello Trentini in relazione all’opera L’Orfeo, favola in musica su libretto di Alessandro Striggio figlio e musica di Claudio Monteverdi (in scena al Teatro Regio di Torino) ha il nome di Physis & Ade. Si tratta di vegetali croccanti, rognoncini, gamberi spicy, un duetto che richiama il mito come pure la capacità di incantare il cuore e il palato.

Physis & Ade prende spunto dal continuo scontro tra la natura verde della terra e gli inferi. Il piatto è infatti complesso, pieno di contrasti e sfaccettature che ben riprendono l’atmosfera dell’opera di Monteverdi. Un giardino di verdure cotte e crude e nocciole riprende i fasti della natura rigogliosa da cui Orfeo proviene.

A confortare davvero chi assaggia però sono i gamberi, che all’apparenza sembrano crudi, ma in realtà sono marinati e poi scottati appena con un cannello. Questo procedimento dona una consistenza piacevolissima al gambero, che diviene morbido e scioglievole. Dall’altra parte gli inferi, simboleggiati da un lemon curd al peperoncino e dai rognoncini di coniglio.

Scelte non casuali naturalmente, tra le varie frattaglie il rognone è quello dall’aspetto più cruento e sanguinolento, il peperoncino invece è un habanero fermentato, potentissimo, che facilmente fa pensare alle fiamme dell’inferno. Il piatto è decisamente riuscito sia come piatto in sé, che come piatto omaggio ad un’opera complessa.

Per trasporre una storia così intricata in un solo piatto bisogna avere una mente capace di convertire emozioni in ingredienti. Marcello Trentini è sicuramente capace di quest’impresa non da poco!

Il piatto si gusta su prenotazione al ristorante Magorabin di Torino dal 12 marzo per due settimane.

Print Friendly, PDF & Email

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Advertisment ad adsense adlogger