ABOUT BEAUTIFUL THINGS

UNA CENA ROMANTICA PER S.VALENTINO

08/02/2017

Non sempre la soluzione migliore per festeggiare la sera di S.Valentino è uscire a cena al ristorante. Perchè non stare a casa, preparare delle buonissime leccornie, preparare una bellissima mis en place romantica con tante candele e curare il proprio outfit .. con un bel tacco alto?

Ecco il mio menù per S.Valentino

ANTIPASTO:

MOUSSE DI SALMONE CON UOVA DI LOMPO

Ingredienti

  •  250 g di salmone affumicato
  • 200 g di ricotta vaccina
  • 100 ml di panna fresca
  • Sale q.b
  • 1 mazzetto di erba cipollina
  • Uova di lompo q.b
  • Finocchietto q.b

Procedimento

Prendete il di salmone e mettetelo nel mixer con la ricotta e tritate tutto finemente.

A parte montate la panna fresca fino a quando non sarà un composto compatto.

Tritate finemente l’erba cipollina e aggiungetela al composto: mescolate bene e unite quindi la panna montata.

Aggiustate di sale. Mettete la mousse in una sac a poche e riempite dei bicchieri o delle cocottine.

Unite ora, in quantità che desiderate, le uova di lompo.

Decorate con il finocchietto.

PRIMO PIATTO:

GNOCCHI DI PATATE CON GAMBERI E POMODORINI

Per gli gnocchi:

  • 800 g di patate
  • 250 g di farina 00
  • 1 uovo
  • Sale q.b

Per il condimento:

  • 700 g di gamberi argentini
  • 30 pomodorini
  • 1 spicchio di aglio
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale e pepe q.b
  • Prezzemolo fresco
  • Un bicchiere di vino bianco
  • 500 ml di brodo vegetale

Procedimento

Lavate le patate e poi lessatele in acqua salata. Scolatele e lasciate raffreddare.

Nel frattempo sgusciate i gamberi, privateli del filamento nero e mettete da parte.

Con le teste e i gusci preparate una bella bisque: mettete in una pentola capiente due cucchiai di olio, fateci rosolare gli scarti dei gamberi insieme ad una decina di pomodorini tagliati a metà. Fate rosolare per  qualche minuto schiacciando bene le teste dei gamberi e poi sfumate con il vino bianco. Lasciate insaporire e aggiungete allora il brodo vegetale. Cuocete con il coperchio per circa un’oretta.

Passatele alla preparazione dei gnocchi: schiacciate le patate nello schiacciapatate. Unite l’uovo e lavoratele. Aggiungete la farina poco per volta fino ad ottenere un impasto liscio e non appiccicoso.

Ricavate dall’impasto un “serpentone” e poi dividetelo in diverse parti. Ricavate da ogni parte dei filoncini lunghi e sottili. Tagliate ogni filoncino a pezzetti lunghi circa 2 cm. Se vi piace potete rigare gli gnocchi con una forchetta o con lo riga gnocchi.

Ora preparate il sughetto di gamberi: in una padella fate dorare lo spicchio d’aglio in due cucchiai di olio; unite i pomodorini precedentemente lavati e tagliati a metà. Fate saltare tutto a fiamma alta e allora unite i gamberi sgusciati.  Continuate la cottura per pochissimi minuti e unite un mestolo di bisque. Così diventeranno molto più saporiti! Lasciate asciugare ma non troppo. Scolate gli gnocchi ed uniteli al sugo. Mescolate delicatamente ed unite il prezzemolo tritato.

Nb: la bisque che avete preparato sicuramente sarà avanzata. Mi raccomando non buttatela eh! Potrete realizzare un risotto molto buono con qualsiasi tipo di pesce!

SECONDO:

INVOLTINI DI PESCE SPADA

Ingredienti per 4 persone

  • 700 g di pesce spada (fettine sottili)
  • 1 panino raffermo
  • Due cucchiai di olive taggiasche
  • 40 g di pecorino
  • 30 g di capperi
  • 1 spicchio d’aglio
  • Prezzemolo fresco
  • 1 limone biologico
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale e pepe

Procedimento

 In un mixer riducete in mollica il pane raffermo; unite  l’aglio, i capperi, le olive, il prezzemolo, il sale, il pepe, la scorza del limone grattugiata, olio extravergine di oliva e il pecorino.

Frullate fino ad ottenere un composto grossolano e umido. Se dovesse risultare troppo asciutto aggiungete un altro paio di cucchiai di acqua.

A questo punto accendete il forno a 200°.

Ora preparate gli involtini stendendo la fetta sottile di pesce spada su un piatto leggermente unto,  Farcite con un cucchiaino di ripieno. Arrotolate il pesce spada e chiudere l’involtino.

Infilzate gli involtini con uno spiedino e disponete su una teglia rivestita di carta forno. Distribuite della mollica di pane avanzata sopra gli involtini per dare maggior croccantezza.

Cuocere in forno per 7 minuti circa.

DOLCE

LEMON PIE MERINGUE

Ingredienti per 6 crostatine al limone

Per la frolla:

  • 60 g di Zucchero fine Zefiro
  • 250 g di Farina 00
  • 120 g di Burro freddo
  • Un Uovo medio
  • Una presa di sale

Per la crema al limone:

  • 3 Limoni (succo e scorza)
  • 230 g di zucchero Zefiro
  • 100 g di burro
  • 30 g di farina
  • 3 Uova intere
  • 2 tuorli

Per la meringa morbida (italiana)

  • 4 albumi (100 g) albumi a temperatura ambiente
  • 30 g di acqua
  • 200 g di zucchero Zefiro

Procedimento:

Realizzate la pasta frolla: in una planetaria unite il burro molto freddo a cubetti e la farina, azionate la frusta a velocità medio-bassa e fatela lavorare fino ad ottenere una sabbiatura uniforme. Con la frusta ancora in azione, unite quindi lo zucchero ed infine l’uovo e il sale. Rovesciate l’impasto sul piano da lavoro e lavoratelo velocemente per ottenere una palla. Ponete la frolla in frigo a rassodare per almeno 30 minuti.

Ora preparate la crema al limone: lavate accuratamente i limoni e grattugiatene la scorza, prendendo solo la parte gialla e non quella bianca. In un pentolino fate sciogliere il burro e unite lo zucchero. Spremete i limoni per ottenerne il succo e unite anch’esso nel pentolino, non appena lo zucchero risulta sciolto. In un’altra terrina sbattete insieme le uova e i 30 g di farina e, quando risultano una pastella liscia, versatela nel pentolino. Aggiungete anche la scorza e fate addensare a fuoco dolce, mescolando spesso. Lasciate intiepidire.

Recuperate quindi la frolla riposata dal frigo, infarinate leggermente la spianatoia e, con il mattarello, stendete la frolla allo spessore di circa 4 mm. Imburrate gli stampini e adagiate sopra ognuno la frolla togliendo l’eccesso. Con i rebbi di una forchetta bucherellate la base. Dovrete mettere a cuocere la frolla da sola quindi sopra ogni stampino mettete un pezzo di carta forno con dei fagioli (o riso). Cuocete la crostata alla cieca per 10 minuti in forno statico preriscaldato a 180 gradi. Togliete i pesi e lasciate ancora cuocere la frolla nuda per altri 5 minuti. (state attenti,, non deve prendere troppo colore! Una volta cotta, estraetela dal forno e lasciatela raffreddare completamente prima di sformarla. Versate al suo interno un cucchiaio raso di crema al limone. Trasferite la crostata così farcita in frigo, a rassodare per almeno 30 minuti.

Preparate ora la meringa all’italiana: ponete in un pentolino a fuoco dolce l’acqua e lo zucchero. Quando lo sciroppo ottenuto inizierà a bollire sarà pronto. Montate gli albumi a temperatura ambiente e non appena diventeranno belli spumosi aggiungete a filo lo sciroppo di zucchero. Piano piano!

Inserite la meringa in una sac-à-poche con bocchetta liscia, recuperate dal frigo la crostata rassodata e cominciate a decorarne la superficie formando tanti piccoli ciuffi di meringa uno accanto all’altro. Infine, con l’apposito cannello da cucina, fiammeggiate la meringa, se non disponete di questo attrezzo potete passare la crostata in forno, con modalità grill, per qualche minuto fino a che i ciuffetti risulteranno ben dorati.

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Advertisment ad adsense adlogger